خرید vpn خرید کریو خرید کریو دانلود فیلم خارجی دانلود آهنگ ایرانی دانلود فیلم خرید vpn دانلود فیلم خرید vpn خرید vpn خرید کریو Google
Hotel Oasi a Trento, per accogliere
20
Dic
2021

Hotel Oasi a Trento, per accogliere

da https://www.giornaletrentino.it/ - articolo di Claudio Libera

TRENTO. Storico ritrovo di camionisti e viaggiatori negli anni ’70-’80 ed ora da tempo immobile lasciato in disuso, l’Hotel Oasi di via Bolzano a Trento riparte grazie al lavoro dei volontari di Ipsia del Trentino che gli hanno ridato parte del suo antico splendore e soprattutto una funzionalità che aveva perso nei decenni.

"Oasi”, il nome storico è anche un acronimo che vuole significare Ospitalità, Accoglienza, Solidarietà, Integrazione, le parole chiave di un percorso che si sta portando avanti e deliberando con Comune, Provincia e gli enti del sociale per dare una risposta a molti problemi di marginalità abitativa.

Oltre alla ormai nota emergenza climatica invernale dei tanti senza tetto, i cosiddetti “ultimi” che si trovano a dover affrontare i rigori dell’inverno, ci sono ora anche i “penultimi”, persone che si trovano a dover affrontare momenti di difficoltà vuoi per la perdita del lavoro, vuoi per crisi familiari o per problemi sanitari.

E’ soprattutto a queste persone che si rivolge il progetto Oasi sviluppato da IPSIA del Trentino, per offrire un ristoro, almeno temporaneo a chi vive un momento di fragilità, offrendo loro la possibilità di abitare con dignità in una struttura dotata di un minimo di comfort ed in cui non si sentano soli. Ed a questo abitare–fare insieme per un reciproco sostegno con gli spazi comuni, cucina e salotto oltre alle camere è riservato un piano dell’albergo che verrà gestito insieme alla Fondazione Comunità Solidale.

Gli ospiti saranno persone che prima si trovavano in un’altra residenza curata da Fcs ed hanno intrapreso un percorso di uscita dalla strada, cui si aggiungeranno altre inviate dai Servizi Sociali. A chi ha difficoltà temporanee o dettate dall’emergenza contingente, si rivolgerà l’opera di vari attori, volontari, professionisti e beneficiari, affinché nessuno si senta parcheggiati ma senta di essere inserito in un percorso di accompagnamento e di ripresa.

Per sostenere le spese di questa azione, il primo piano dell’albergo Oasi verrà destinato alla tradizionale ricettività turistica e per fare questo, non potendo Ipsia del Trentino gestire direttamente la parte alberghiera, è stata fondata l’impresa sociale Oasi srl di cui presidente ed amministratore sono Matteo Graiff e Nicola Manica.

I turisti sapranno che la loro permanenza in hotel ha un valore simbolico di condivisione della “casa “ed un valore economico importante per la realizzazione di un sogno. Due sale dell’albergo sono state intitolate a Francesca Ferrari, già presidente di Ipsia, e a Bruno Masè, “inventore” di Trentino Solidale. Alla presentazione hanno partecipato Mauro Montalbetti e Laura Vacillotto, dell’Ipsia nazionale; Giuliano Rizzi, Coordinatore Ipsia del Trentino Odv; Matteo Graiff, Oasi srl Impresa Sociale; Nicola Manica, progetto Albergo sociale; rappresentanti della Diocesi, Asia Giuliani ed Jacopo Roccabruna, studenti dell’Istituto Artigianelli, che hanno realizzato il logo albergo sociale; Luca Oliver, presidente Acli trentine; Hermann Festi, responsabile Ufficio Politiche socio assistenziali e Welfare della Provincia, Chiara Maule, assessora politiche sociali del comune.

Foto tratta da https://www.ildolomiti.it/

Questo sito utilizza cookies necessari per la navigazione, nonché cookies anche di terze parti per finalità analitiche e di controllo della performance. Per l'informativa privacy e le modalità per gestire i cookies: CLICCA QUI.

Ultime notizie

Online il bilancio sociale 2021 di IPSIA

Online il bilancio sociale 2021 di IPSIA

Nell’illustrare in brevi punti le attività di IPSIA nel 2021 nel settore della cooperazione allo sviluppo, possiamo riaffermare la centralità del continente africano e del tema delle migrazioni

Riflessioni sulla guerra in Europa - 18 giugno ore 11.30

Riflessioni sulla guerra in Europa - 18 giugno ore 11.30

In occasione della propria Assemblea soci annuale IPSIA organizza un momento di riflessione aperto a tutti a 100 giorni dallo scoppio del conflitto in Ucraina

Un'ambulanza per l'Ucraina

Un'ambulanza per l'Ucraina

Di fronte alla terribile crisi umanitaria che sta colpendo la popolazione ucraina, le Acli ed IPSIA hanno deciso di rilanciare la raccolta fondi in favore dei profughi e della popolazione...

Lipa: inaugurati due nuovi capannoni

Lipa: inaugurati due nuovi capannoni

Martedì 10 maggio, presso il TRC di Lipa a Bihać in Bosnia Erzegovina, sono stati inaugurati due nuovi spazi dedicati alla distribuzione di pasti e che saranno a disposizione di...

Migrazioni

Lipa: inaugurati due nuovi capannoni

Lipa: inaugurati due nuovi capannoni

Martedì 10 maggio, presso il TRC di Lipa a Bihać in Bosnia Erzegovina, sono stati inaugurati due nuovi spazi dedicati alla distribuzione di pasti e che saranno a disposizione di...

Aiutiamo la famiglia Adday a ricongiungersi con una donazione

Aiutiamo la famiglia Adday a ricongiungersi con una donazione

Tutti riconosciuti come profughi, ma lontani da quasi 5 anni. Truffati e bloccati. “Vogliamo solo tornare a vivere insieme e dimenticare la guerra in Siria”

Appello all'UE: Ripristinare i diritti e i valori alle frontiere dell'Europa

Appello all'UE: Ripristinare i diritti e i valori alle frontiere dell'Europa

Come società civile europea che si occupa di asilo, migrazione, assistenza umanitaria e diritti umani, siamo sconvolti dalla crisi umanitaria tra l'UE e la Bielorussia

Papa Francesco: nuova donazione per il campo rifugiati di Lipa in Bosnia Erzegovina

Papa Francesco: nuova donazione per il campo rifugiati di Lipa in Bosnia Erzegovina

1° luglio, alla presenza del nunzio apostolico in Bosnia Erzegovina è stata posata la prima pietra per due sale polifunzionali e cucine per famiglie e minori