خرید vpn خرید کریو خرید کریو دانلود فیلم خارجی دانلود آهنگ ایرانی دانلود فیلم خرید vpn دانلود فیلم خرید vpn خرید vpn خرید کریو Google
Dalla parte dei piccoli allevatori - progetto Maziwa
01
Dic
2021

Dalla parte dei piccoli allevatori - progetto Maziwa

Bilancio dei risultati raggiunti dal progetto Maziwa in Kenya dopo tre anni di impegno

Lo scorso 30 settembre si è concluso ufficialmente il progetto Maziwa, avviato nel 2018 nella Contea di Meru in collaborazione con AVSI e grazie al supporto della Cooperazione Italiana. Maziwa, latte in kiswahili, aveva come obiettivo principale quello di rafforzare 5 cooperative casearie (Arith-Mutuati, Meru North, Nyaki-Kiburine, Ngusishi, Mikinduri) nella Contea di Meru e aumentare il reddito e le competenze dei piccoli allevatori soci delle cooperative.

Il settore lattiero-caseario è un settore trainante dell’economia del Kenya e la domanda di latte e dei suoi derivati ad oggi è in forte crescita. Tuttavia, la filiera del latte si basa ancora principalmente su piccoli produttori rurali con limitate competenze tecniche, e cooperative che possiedono scarse conoscenze in ambito gestionale.

Il progetto si inseriva all’interno del SDG 2 (Porre fine alla fame, raggiungere la sicurezza alimentare, migliorare la nutrizione e promuovere un’agricoltura sostenibile) promuovendo l’aumento della produzione di latte e del reddito degli allevatori.

Le principali attività proposte hanno riguardato la formazione delle cooperative per migliorarne le competenze tecniche e gestionali, la fornitura di adeguati strumenti per la raccolta del latte e la costruzione e l’allestimento di un nuovo centro di trasformazione del latte per ciascuna delle 5 cooperative.

Fondamentali sono state anche le formazioni dei circa 2400 beneficiari coinvolti, per accrescere le loro competenze sulla gestione del bestiame e la consapevolezza dell’importanza di migliorare la qualità delle razze bovine anche attraverso programmi di promozione dell’inseminazione artificiale.

Dopo tre anni di accompagnamento il reddito delle cooperative è aumentato del 54% e il reddito per allevatore del 78%. Grazie alla fornitura dei nuovi equipaggiamenti e dei training effettuati, si è potuto verificare anche un netto miglioramento nella procedura di raccolta del latte, con una riduzione dello spreco del 83% per le cooperative e del 52% per i piccoli allevatori.

In generale la produzione di latte è più che raddoppiata, con un incremento medio significativo per ogni cooperativa. Un esempio sono le cooperative di Ngusishi e Meru North, che rispettivamente hanno aumentato la propria produzione di latte da 1200L/per giorno a 3300L/per giorno e da 90L/per giorno a 1600L/per giorno. Anche il coinvolgimento dei piccoli allevatori è aumentato nel tempo, come dimostra bene Meru North, che da 60 membri attivi nel 2018 ad oggi conta più di 300 allevatori.

La costruzione dei nuovi centri di trasformazione ha permesso di differenziare la produzione con l’introduzione di nuovi prodotti quali yogurt e mala (latte fermentato). Tali prodotti, apprezzati sempre di più dalla comunità, costituiscono una nuova fonte di reddito per le cooperative, con un valore aggiunto rispetto alla materia prima. Difatti il profitto, al netto delle spese, da 2 scellini per ogni litro di latte venduto può invece raggiungere i 50-60 scellini per litro di yogurt.

Gli interventi di progetto hanno contribuito inoltre a creare nuove possibilità di sviluppo per tutta la comunità: creazione di nuove opportunità di lavoro per i giovani all’interno delle cooperative e miglioramento dello stato nutrizionale della popolazione, specialmente quella infantile.

I risultati ottenuti sono solo il punto di partenza per garantire un futuro migliore ai piccoli allevatori e alla comunità in generale. Come buon auspicio non ci rimane che augurare loro buona fortuna con il motto ufficiale del progetto in questi anni “Maziwa ni-pesa!” (Il latte è denaro!).

Questo sito utilizza cookies necessari per la navigazione, nonché cookies anche di terze parti per finalità analitiche e di controllo della performance. Per l'informativa privacy e le modalità per gestire i cookies: CLICCA QUI.

Ultime notizie

PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE ESTERO

PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE ESTERO

Settimana di presentazione dei progetti di Servizio Civile all'estero di IPSIA in Kenya, Senegal, Mozambico e Bosnia Erzegovina!

Honey market kenya

Honey market kenya

La filiera del miele è una filiera produttiva che presenta un grande potenziale per il Kenya, ed in particolare per le zone aride e semiaride del paese, come l’area nord...

Al via la raccolta fondi per i progetti in Kenya

Al via la raccolta fondi per i progetti in Kenya

Al via raccolta fondi a sostegno del nostro lavoro in Kenya per dotare di pannelli fotovoltaici 5 cooperative della filiera lattiero casearia

E' uscito il nuovo bando 2021

E' uscito il nuovo bando 2021

E' uscito il nuovo bando 2021 per il Servizio Civile Universale

Migrazioni

Appello all'UE: Ripristinare i diritti e i valori alle frontiere dell'Europa

Appello all'UE: Ripristinare i diritti e i valori alle frontiere dell'Europa

Come società civile europea che si occupa di asilo, migrazione, assistenza umanitaria e diritti umani, siamo sconvolti dalla crisi umanitaria tra l'UE e la Bielorussia

Papa Francesco: nuova donazione per il campo rifugiati di Lipa in Bosnia Erzegovina

Papa Francesco: nuova donazione per il campo rifugiati di Lipa in Bosnia Erzegovina

1° luglio, alla presenza del nunzio apostolico in Bosnia Erzegovina è stata posata la prima pietra per due sale polifunzionali e cucine per famiglie e minori

Le attività con i migranti in Bosnia Erzegovina: report 2018-2021

Le attività con i migranti in Bosnia Erzegovina: report 2018-2021

Un report per rendere conto pubblicamente del nostro impegno, della nostra attività insieme alle persone in cammino lungo la rotta balcanica

Li vedi camminare, sempre

Li vedi camminare, sempre

E’ un popolo in cammino. Il 20 giugno è la giornata mondiale del rifugiato, celebriamo il vuoto esponenziale di una cultura abituata sempre di più a dividere, anziché unire. Un...