خرید vpn خرید کریو خرید کریو دانلود فیلم خارجی دانلود آهنگ ایرانی دانلود فیلم خرید vpn دانلود فیلم خرید vpn خرید vpn خرید کریو Google
L'onda lunga del clima
08
Gen
2021

L'onda lunga del clima

LA SFIDA DEL PROGETTO ECOPAS IN SENEGAL, FRA CAMBIAMENTO CLIMATICO E ESPANSIONE URBANA

Il cambiamento climatico è qualcosa di estremamente tangibile sulle coste senegalesi, per il progressivo avanzare dell’oceano, che strappa ogni anno strisce di terra alla spiaggia dove ormeggiano le piroghe dei pescatori. In prossimità della capitale, che conosce una costante crescita urbana e demografica, questa erosione delle coste va a interessare anche zone abitate e infrastrutture. Autostrade litoranee di recente inaugurazione sono quotidianamente invase dalla sabbia e rischiano di essere in futuro minacciate dal mare.

L’erosione delle coste è causata anche dal continuo disboscamento delle zone di foresta per la fame di terreni edificabili. Nell’area dello Nyiaes, a nord di Dakar, gli effetti di questo meccanismo perverso sono particolarmente evidenti: la bande de filaos – fascia di alberi piantata dalla cooperazione canadese decenni fa, utile a proteggere le coltivazioni da vento e salsedine – è ormai ridotta a poche parcelle assediate dalla continua lottizzazione edilizia, i cui proventi interessano gli stessi attori locali e governativi che dovrebbero tutelare il patrimonio boschivo.

In questo contesto difficile continua a svolgersi il progetto Ecopas, finanziato dall’Unione Europea e realizzato da un consorzio di organizzazioni – fra cui IPSIA – guidate dall’ong Cisv di Torino. L’azione si concentra in quattro comuni della periferia di Dakar, ormai parte della cintura urbana della capitale, ma rappresenta un modello per le sfide ambientali di tutto il Senegal. Fra questi anche Guediawaye, dove la cooperativa Gis gis realizza i capi del progetto Lab Dakar.

Un progetto ambizioso, che coniuga il rafforzamento della società civile alla creazione di posti di lavoro nella green economy, l’attivazione di alleanze per il rimboschimento della costa alla governance delle risorse ambientali del territorio (acqua, terreno, foreste e cibo).

Un importante traguardo che il progetto sta per raggiungere è la pubblicazione di un Atlante che orienti le policies di gestione di queste risorse chiave, curato dall’Università di Torino e da Està, organizzazione che ha accompagnato il Comune di Milano alla redazione delle food policies per la propria zona metropolitana. Il tema della gestione delle risorse ambientali e della resilienza climatica nelle aree urbane è al centro dell’azione del network di città C40, cui aderiscono sia Milano che Dakar, che proprio su questi assi di lavoro vorrebbero ridare senso al proprio legame storico di gemellaggio.

Questo sito utilizza cookies necessari per la navigazione, nonché cookies anche di terze parti per finalità analitiche e di controllo della performance. Per l'informativa privacy e le modalità per gestire i cookies: CLICCA QUI.

Ultime notizie

"Chiusi dentro” - Giovedì 30 maggio alle Acli Milanesi

"Chiusi dentro” - Giovedì 30 maggio alle Acli Milanesi

Chiusi Dentro racconta la vita e la storia di queste realtà di questi campi in un dossier curato alla rete RiVolti ai Balcani,

Dal chicco alla tazzina

Dal chicco alla tazzina

Vi siete mai chiesti come il semplice chicco di caffè si trasforma nella bevanda che gustate ogni mattina? I chicchi attraverso la tostatura si trasformano nel caffè aromatico e corposo...

Di primavera, di viaggi e di Balcani

Di primavera, di viaggi e di Balcani

Sembra che qui in Bosnia ci siamo finalmente lasciati alle spalle il freddo inverno. Non si può esserne del tutto certi, dato che il meteo cambia ogni settimana, e si...

Un caffè più dolce

Un caffè più dolce

Hai mai pensato che le api potrebbero influenzare positivamente la qualità del caffè? A prima vista, potrebbe sembrare sorprendente collegare le api a un caffè di alta qualità

Migrazioni

Trieste è bella di notte - Milano 23 maggio ore 19.00

Trieste è bella di notte - Milano 23 maggio ore 19.00

IPSIA insieme a Caritas Ambrosiana e Farsi Prossimo, in collaborazione con Naga e Zalab, è lieta di invitarvi alla proiezione del film "Trieste è bella di notte"

Benvenuto marzo

Benvenuto marzo

Dopo aver affrontato il freddo inverno bosniaco, ci stiamo avvicinando alla primavera: la neve poco alla volta si scioglie, compaiono i primi fiorellini, le giornate si allungano e il cielo...

TRC Borici a Bihac: da ex studentato a campo di accoglienza per i migranti

TRC Borici a Bihac: da ex studentato a campo di accoglienza per i migranti

Attualmente in Bosnia sono attivi quattro campi per l’accoglienza dei migranti in transito lungo la rotta balcanica due a Sarajevo e due a Bihac

Il TRC di Lipa a un anno dalla nuova apertura

Il TRC di Lipa a un anno dalla nuova apertura

Da più di 5 mesi Anita, Irene, Fatima e Daniele (volontari in Servizio Civile in Bosnia Erzegovina) hanno iniziato il loro servizio al TRC di Lipa, una loro testimonianza