خرید vpn خرید کریو خرید کریو دانلود فیلم خارجی دانلود آهنگ ایرانی دانلود فیلم خرید vpn دانلود فیلم خرید vpn خرید vpn خرید کریو Google
BRAT: Balkan Route Accoglienza in Transito - La prima conferenza
03
Nov
2022

BRAT: Balkan Route Accoglienza in Transito - La prima conferenza

Giovedì 10 dicembre 2022, a partire dalle 9:30 presso l'Hotel Holiday a Sarajevo e online sul canale YouTube di IPSIA, si terrà la prima di tre conferenze inserite all’interno del progetto “BRAT: Balkan Route Accoglienza in Transito”, finanziato dall'Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo (AICS).

La conferenza, il cui titolo è “Il contributo italiano per affrontare i flussi migratori misti in Bosnia Erzegovina e nei Balcani Occidentali”, rappresenta il primo momento per offrire un’opportunità a tutti gli stakeholders di progetto di incontrarsi, dialogare e conoscere le attività che si realizzeranno nei prossimi 3 anni.

L’evento vedrà inoltre la partecipazione dell'Organizzazione Internazionale per le Migrazioni (OIM) che introdurrà strumenti e risultati sviluppati con il contributo del Ministero degli Affari Esteri e Cooperazione Internazionale.

L’agenda della conferenza è disponibile a questo link.

Il progetto “BRAT – Balkan Route: Accoglienza in Transito” si occupa del fenomeno migratorio in Bosnia Erzegovina (BiH) ed è una iniziativa triennale proposta da IPSIA in ATS con Caritas Italiana e Croce Rossa Italiana, e avente come partner locali l’associazione EMMAUS, Caritas BiH, e la Società di Croce Rossa della BiH.

Il progetto, finanziato dall'AICS, si pone su tre livelli di intervento, per contribuire a facilitare una migrazione ordinata, sicura e responsabile in Bosnia Erzegovina, in linea con gli obiettivi di sviluppo sostenibile, in particolare con il 10.7:

  • politico e formativo: accrescendo le competenze degli stakeholders nazionali e locali incaricati di gestire il fenomeno migratorio tramite azioni di Advocacy, tramite percorsi di formazione e introducendo nuove strategie decisionali che rispondano meglio alle sfide poste da questo tipo di migrazione nel territorio;
  • culturale: aumentando le occasioni di conoscenza tra le comunità ospitanti e le comunità migranti, migliorando la narrazione rispetto ai fenomeni migratori con una specifica Campagna di sensibilizzazione e supportando anche le comunità ospitanti tramite interventi pubblici che rendano il territorio più inclusivo.
  • operativo: accrescendo le competenze degli stakeholders nazionali e locali incaricati di gestire il fenomeno migratorio tramite azioni di Advocacy, tramite percorsi di formazione e introducendo nuove strategie decisionali che rispondano meglio alle sfide poste da questo tipo di migrazione nel territorio;

Il progetto BRAT interviene nelle 3 aree del paese maggiormente interessate dal flusso migratorio: il Cantone di Tuzla, il Cantone di Sarajevo e il Cantone di Una Sana al confine con la Croazia.

 


 

On Thursday 10 December 2022, starting at 9:30 am at the Hotel Holiday in Sarajevo and online on the IPSIA YouTube channel, the first of three conferences will be held within the "BRAT: Balkan Route a welcoming transit" project, funded by the Italian Agency for Development Cooperation (AICS).

The conference, whose title is "Italian contribution to addressing mixed migration flows in Bosnia and Herzegovina and the Western Balkans", represents the first moment to offer an opportunity to all project stakeholders to meet, dialogue and learn about the activities that they will be realized in the next 3 years.

The event will also see the participation of the International Organization for Migration (IOM) which will introduce tools and results developed with the contribution of the Ministry of Foreign Affairs and International Cooperation.

The conference agenda is available at this link

The "BRAT: Balkan Route a welcoming transit" project deals with the migratory phenomenon in Bosnia and Herzegovina and is a three-year initiative proposed by IPSIA in ATS with Caritas Italiana and the Italian Red Cross, and having the EMMAUS association as local partners, Caritas BiH, and the BiH Red Cross Society.

The project, funded by AICS, has three levels of intervention, to help facilitate an orderly, safe and responsible migration in Bosnia and Herzegovina, in line with the sustainable development goals, in particular with 10.7:

  • political and training: increasing the skills of national and local stakeholders in charge of managing the migration phenomenon through advocacy actions, through training courses and introducing new decision-making strategies that better respond to the challenges posed by this type of migration in the territory;
  • cultural: increasing the opportunities for knowledge between host communities and migrant communities, improving the narration of migratory phenomena with a specific awareness campaign and also supporting the host communities through public interventions that make the territory more inclusive.
  • operational: increasing the skills of national and local stakeholders in charge of managing the migration phenomenon through advocacy actions, through training courses and introducing new decision-making strategies that better respond to the challenges posed by this type of migration in the territory;


The BRAT project works in the 3 areas of the country most affected by the migratory flow: the Canton of Tuzla, the Canton of Sarajevo and the Canton of Una Sana on the border with Croatia.

Questo sito utilizza cookies necessari per la navigazione, nonché cookies anche di terze parti per finalità analitiche e di controllo della performance. Per l'informativa privacy e le modalità per gestire i cookies: CLICCA QUI.

Ultime notizie

IPSIA SI RINNOVA! Assemblea soci 2022 con tante novità

IPSIA SI RINNOVA! Assemblea soci 2022 con tante novità

Sabato a Milano si è tenuta l’assemblea di rinnovo cariche di IPSIA che chiude i due mandati di Mauro Montalbetti come presidente e del direttivo

BRAT - L'esito della conferenza di Sarajevo

BRAT - L'esito della conferenza di Sarajevo

IPSIA ha organizzato il 10/11/2022 a Sarajevo una conferenza all'intero del progetto BRAT (Balkan Route Accoglienza in Transito), finanziato dall'Agenzia Italia per la Cooperazione allo Sviluppo.  La tematica principale è...

MA COME TI VESTI? Simboli e tradizioni dell’abbigliamento Masai in Kenya

MA COME TI VESTI? Simboli e tradizioni dell’abbigliamento Masai in Kenya

I Maasai sono una delle tribù africane più conosciute nel mondo: residenti prevalentemente in Kenya e in Tanzania

Un’estate bosniaca

Un’estate bosniaca

In collegamento dalla Bosnia Erzegovina, Anita, Daniele, Fatima e Irene! I nuovi volontari del servizio civile che passeranno un anno a Bihać, lavorando nel campo di transito per migranti di...

Migrazioni

BRAT: Balkan Route Accoglienza in Transito - La prima conferenza

BRAT: Balkan Route Accoglienza in Transito - La prima conferenza

Giovedì 10 novembre 2022 si terrà la prima di tre conferenze inserite all’interno del progetto “BRAT: Balkan Route Accoglienza in Transito”

Lipa: inaugurati due nuovi capannoni

Lipa: inaugurati due nuovi capannoni

Martedì 10 maggio, presso il TRC di Lipa a Bihać in Bosnia Erzegovina, sono stati inaugurati due nuovi spazi dedicati alla distribuzione di pasti e che saranno a disposizione di...

Aiutiamo la famiglia Adday a ricongiungersi con una donazione

Aiutiamo la famiglia Adday a ricongiungersi con una donazione

Tutti riconosciuti come profughi, ma lontani da quasi 5 anni. Truffati e bloccati. “Vogliamo solo tornare a vivere insieme e dimenticare la guerra in Siria”

Appello all'UE: Ripristinare i diritti e i valori alle frontiere dell'Europa

Appello all'UE: Ripristinare i diritti e i valori alle frontiere dell'Europa

Come società civile europea che si occupa di asilo, migrazione, assistenza umanitaria e diritti umani, siamo sconvolti dalla crisi umanitaria tra l'UE e la Bielorussia