Stampa questa pagina
Lettura senza pretese
21
Apr
2021

Lettura senza pretese

Il centro educativo Punto Luce collabora con la Biblioteca comunale del quartiere di Quarto Oggiaro da 2 anni a questa parte.
Insieme alle operatrici della biblioteca in questi anni abbiamo ideato e progettato percorsi di avvicinamento alla lettura per i più piccoli che hanno appassionato e coinvolto.
Crediamo fortemente nel potere che la lettura ha nello sviluppo, non solo delle capacità linguistiche, ma anche di generare benessere stimolando la creatività, l’immaginazione e l’immedesimazione.

Leggere è un po’ come viaggiare: leggendo si impara ad affinare la capacità di farsi domande, di incuriosirsi alla ricerca delle risposte, oltre che a mettersi nei panni dei personaggi che di volta in volta si susseguono, esperendo emozioni, stati d’animo e modi di essere anche molto lontani e inusuali rispetto ai propri.
La nostra biblioteca in quartiere ha spazi colorati, belli e comodi riservati alle letture per i più piccoli che sanno “ingolosire” e far accomodare anche i più irrequieti.

Ma come si fa ad attirare gli adolescenti? Quei bambini diventati grandi, che hanno sempre vissuto la lettura come qualcosa di scolastico, che “devo fare”?
Gli spazi alla lettura riservati per loro mano a mano che si cresce diventano sempre meno colorati e comodi. Scrivanie, sedie e librerie monocolore e fredde che assomigliano a uno scomodo vagone dei vecchi treni regionali.
Non è facile ri-acchiapparli, ma noi operatrici non ci siamo volute arrendere al Punto Luce e abbiamo recentemente organizzato un gruppo di lettura “senza pretese”.

Di cosa si tratta? Si tratta di partire anche da una sola adolescente che ama la lettura e che ha voglia di contagiare anche solo una coetanea con la storia di un libro scelto insieme, nella massima libertà. L’operatrice segue e incoraggia la coppia nell’iniziare, senza scadenze.
Il libro scelto è “Il Buio oltre la siepe”. Sapete che anche la bibliotecaria lo leggerà contemporaneamente? Ma non solo: che anche la stessa operatrice inizierà ad ascoltarne l’audio-libro curiosa?
E così dopo qualche settimana si sparge la voce e si aggregano altre due operatrici e ancora una nuova compagna che frequenta il Punto Luce; e più il gruppo si allarga e più ci sentiamo parte di qualcosa di bello e condiviso e più non vediamo l’ora di finirlo a fine mese e di scambiarci opinioni e riflessioni sui temi oltre che sulle avventure che coinvolgono i personaggi!

Ecco, sapete qual è la magia? Che un giorno arriva questa immagine di due componenti del gruppo che si sono ritrovate al parco a leggere insieme e allora perché mai arrendersi sul promuovere la lettura? Per nessun motivo!