Stampa questa pagina
Il libro bianco dell’impresa sociale in Senegal
09
Dic
2020

Il libro bianco dell’impresa sociale in Senegal

A fine settembre si è concluso il percorso triennale del progetto PAISIM, il Programma di appoggio all’impresa sociale e all’iniziativa migrante cofinanziato dalla Cooperazione Italiana che ha visto IPSIA collaborare con un’ampia rete di partner italiani e senegalesi, coordinando in particolare le azioni nella regione di Thiès e le componenti di lavoro che coinvolgevano i migranti, in collaborazione l’associazione Sunugal e il Comune di Milano.

In questi tre anni sono state complessivamente supportate 210 microimprese rurali e 10 imprese specificamente avviate da migranti, attraverso azioni formative, di fornitura di attrezzature, accompagnamento all’accesso al credito e alla redazione di business plan. Una componente in crescita è quella delle imprese “verdi”, con una specifica attenzione alla tematica ambientale, impegnate nei settori dell’agroecologia e dell’economia circolare.

Più in generale la visione promossa dal progetto è stata quella di sostenere forme di impresa sociale, con un forte radicamento nella propria comunità e nel proprio territorio. Una imprenditorialità sociale che, nel contesto rurale dove il programma si è sviluppato, assume principalmente la forma dell’agricoltura familiare e dei gruppi di donne che gestiscono le filiere di trasformazione alimentare: realtà imprenditoriali che sono insieme forme di mutuo aiuto economico e socialità diffusa.

Questa ricchezza di esperienze è stata raccolta in un Libro bianco sull’impresa sociale in Senegal, che a partire dalla pluriennale esperienza di Cisv nel contesto senegalese raccoglie anche i frutti del programma PAISIM, fino allo spin off dell’impresa CAPER Sas, il cui core business è proprio il sostegno alle piccole e medie imprese rurali. Presentato in Italia e Senegal negli ultimi mesi, il documento vuole anche orientare le future scelte politiche del Senegal in tema di economia solidale, verso un pieno riconoscimento delle esperienze di imprenditorialità sociale avviate nel paese.